Curriculum

Contatta per appuntamento

Prof. Francesco Orio

INFORMAZIONI PERSONALI:

    • Il Prof. Dott. Francesco Orio è nato a Salerno il 2 Settembre 1971 e Residente a Salerno.

ESPERIENZA LAVORATIVA:

    • Ricercatore Universitario di Endocrinologia (SSD MED/13) presso la Facoltà di Scienze Motorie dell’Università “Parthenope” di Napoli dal 1 Novembre 2006 Professore Associato di Endocrinologia dal 31 Maggio 2013.
    • Presso il Dipartimento di Scienze Motorie e del Benessere dell’Università “Parthenope” di Napoli a tutt’oggi.
    • Dal 12 Febbraio 2014 (scadenza 2020) Vincitore dell’Abilitazione Scientifica Nazionale come Professore di I fascia (Ordinario) di Endocrinologia.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE:

  • Laureato in Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Federico II” di Napoli con voto 110 e lode/110 il 25 Luglio 1995.
  • Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio il 27 ottobre 2000 presso la Seconda Università degli Studi di Napoli con voto 50 e lode/50.
  • Dottore di Ricerca in Scienze Endocrinologiche e Metaboliche il 12 Marzo 2004 con la tesi intitolata: “Recenti acquisizioni eziopatogenetiche e cliniche della sindrome dell’ovaio policistico”.
  • Vincitore dell’Assegno di Ricerca in Endocrinologia presso il Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare & Clinica dell’Università “Federico II” Napoli della durata di 2 anni (docente guida: prof. Gaetano Lombardi)a partire da Gennaio 2004.
  • Ha effettuato inoltre un periodo di formazione all’estero (circa 2 anni presso l’Istituto di Ricerca INSERM a Montpellier, Francia) sviluppando competenze in biologia molecolare applicate all’endocrinologia. Attualmente persiste la collaborazione, avviata sin dal Settembre 2003, con “l’Ecole de l’ADN” di Nimes (Francia) con stesura di progetti di ricerca, seminari e consulenze in particolare con il prof. Christian Siatka.
  • “Visiting Professor” (letture, numerosi incontri e riunioni di lavoro) a Los Angeles dal 2 al 5 Novembre 2004 presso il Dipartimento del prof. Ricardo Azziz, principale ricercatore in campo internazionale sulla PCOS con una lettura di 50 minuti, intitolata: “Cardiovascular complications in polycystic ovary sindrome” sull’argomento riguardante appunto i principali studi già pubblicati e tuttora in corso, tenuta presso il CARD (Center for Androgen Related Disorders), al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles (USA).
  • Ha maturato esperienza clinica (ha svolto per diversi anni ambulatorio di andrologia, endocrinologia generale ed endocrinologia ginecologica), didattica e scientifica in campo endocrino-metabolico presso il Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica dell’Università “Federico II”di Napoli.
  • Il principale campo di interesse scientifico è l’endocrinologia; in particolare l’endocrinologia ginecologica, i disturbi metabolici, tra i quali spicca lo studio dei meccanismi eziopatogenetici e delle complicanze legate all’obesità ed alla sindrome metabolica ed infine la neuroendocrinologia.
  • Qualifiche conseguite:
    • Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti nazionali (Premio della Società Italiana di Endocrinologia “Gaetano Salvatore” nel settembre 2003, come miglior ricercatore endocrinologo italiano under 35 e Premio della Società Italiana di Endocrinologia “Marco Minozzi” come miglior endocrinologo under 40 nel maggio 2011) ed internazionali in campo endocrino-metabolico (vincitore del premio First Prize JCEM 2002, in qualità di co-autore del migliore paper pubblicato su Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism nell’anno 2002; travel grant Award e pubblicazione nel Summary Research Book come migliore Abstract dell’Endocrine Society a San Francisco nel Giugno 2002).
    • Vincitore inoltre, nel Febbraio 2002 di Borsa di Studio intitolata “PROGETTO GIOVANI RICERCATORI” dell’Università “Federico II” di Napoli (Finanziata dal MURST – Nota prot. n. 400/14.3.2001).
    • E’ risultato, secondo l’organizzazione internazionale Expertscape, tra i primi 10 “World leaders” nella ricerca e nel trattamento della Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), come da conferenza stampa tenutasi a Palo Alto (San Francisco, USA) il 23 gennaio 2014 http://www.expertscape.com/leaders/polycystic-ovary-syndrome.
    • Ha conseguito la medaglia d’oro conferitagli dalla “Ligue Universelle du Bien Public” il 12 Dicembre 2014 presso il palazzo dell’Unesco a Parigi (Francia) per gli alti meriti scientifici ed umanitari. E’ l’unico ricercatore italiano ad aver ricevuto tale onoreficenza.
    • Ha conseguito il 27 Settembre 2015 presso il Teatro San Nazzaro di Napoli il Premio “Masaniello Napoletani Protagonisti Anno 2015” per la ricerca scientifica con la seguente motivazione: “Un continuo dare ispirato dal desiderio di essere utile alla comunità, promuovendo gli studi sull’ovaio policistico”.
    • Ha conseguito il Premio internazionale “Giovanni Paolo II” nel settore “Medicina” presso la Chiesa della Sacra Famiglia a Salerno il 12 Dicembre 2015 per la seguente motivazione”“per aver nella Sua azione di Etica professionale tutelato e promosso la Sacralità della Vita, in armonia con i principi Cristiani e con i valori ereditati dalla dottrina sociale della Chiesa Cattolica”.
  • Capacità e competenze organizzative:
    • Docente a numerosi Corsi di insegnamento di Laurea, Specialistici e Post-Specialistici sia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Federico II” di Napoli, sia presso la Facoltà di Scienze Motorie dell’Università “Parthenope” di Napoli, sia presso l’Istituto Universitario “Suor Orsola Benincasa di Salerno”.
    • Organizzatore, in qualità di responsabile della Segreteria Scientifica di numerosi (n. 18) Corsi di Aggiornamento Post-Specialistico in Endocrinologia, Diabetologia ed Endocrinologia ginecologica e componente della Segreteria Scientifica di diversi Congressi in ambito endocrino-metabolico nazionali ed internazionali, tra i quali responsabile dell’organizzazione scientifica del “2nd Special Meeting of the Androgen Excess Society on Polycystic Ovary Syndrome” a Ravello (Salerno).
    • E’ attualmente Reviewers delle principali riviste endocrinologiche e metaboliche e ginecologiche (Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, Clinical Endocrinology, European Journal of Endocrinology, Journal of Endocrinological Investigation, Diabetic Medicine, Molecular Genetics and Metabolism, Human Reproduction, Reproductive Biomedicine Ondine, Pharmacogenetics, Gynecological Endocrinology).
    • E’ stato Associate Editor del Bulletin of Androgen Excess Society dall’Ottobre 2003 al Dicembre 2004.
    • Organizzatore scientifico della “giornata di prevenzione Salernitana delle malattie della tiroide” per 4 anni, ed ogni anno, con il comune di Salerno ha organizzato lo screening scolastico gratuito con ecografia della tiroide nelle scuole di Salerno ed organizzatore della tavola rotonda con esperti sulla malattia della tiroide e gozzo presso il Comune di Salerno.
    • Sostenitore del merito in medicina, in qualità di promotore ed organizzatore delle borse di studio “Franco Orio”, destinate ai migliori studenti del Corso di laurea in medicina presso l’Università di Salerno e giovani endocrinologi più meritevoli della regione Campania.
    • Dal 2009, è Presidente della sezione AMCI (associazione medici cattolici italiani) Salerno.
    • Dal 2013 è responsabile scientifico del Campus Salute sezione di Salerno, a scopo sociale e di prevenzione, senza scopo di lucro, con organizzazione di ambulatori specialistici da campo per la cittadinanza con prestazioni gratuite.
    • Esperto di informatica (con ottima capacità di utilizzo dei principali sistemi operativi: DOS e Windows 2000, XP,Vista, Windows 7 ) e conoscenza dei principali softwares di scrittura, di gestione dati, di statistica e di presentazioni: Microsoft Office, Adobe Acrobat, SPSS.
  • Ulteriori informazioni:
    • Tra i principali “Top Italian Scientist” (i primi 100) con più di 170 pubblicazioni citate da banche dati pubbliche, riconosciute in tutto il mondo (PubMed, Scopus) e lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali indicizzate.
    • Autore di n°170 full-papers pubblicati su riviste internazionali indicizzate dal Journal Citation Report; ad oggi ha raggiunto un Impact Factor (IF) totale di oltre 450 ed un IF medio di 3.5, con 40 lavori come primo o ultimo autore con un Impact Factor a primo o ultimo nome di oltre 100. Hiindex =34.
    • Autore di n°9 Libri di aggiornamento in campo endocrinologico, dei quali uno di endocrinologia pediatrica sulla pubertà femminile e di n°58 capitoli di libri nazionali ed internazionali.
    • Autore di oltre n°150 abstracts di partecipazione a congressi nazionali ed internazionali, presentati come posters o comunicazioni orali.
    • Autore di oltre n°60 presentazioni orali a convegni, corsi e simposi nazionali ed internazionali ed “Invited speaker” a numerosi congressi internazionali.
    • Ha fornito numerosi ed innovativi contributi scientifici in tema di: Complicanze cardiovascolari della sindrome dell’ovaio policistico e Meccanismi eziopatogenetici dell’obesità in questa stessa sindrome.
    • Come si evince dalle numerose pubblicazioni prodotte nell’arco di questi anni le linee di ricerca si possono così riassumere: Complicanze metaboliche della PCOS; Complicanze vascolari e cardiovascolari della PCOS; Ruolo dell’esercizio fisico come strumento terapeutico della PCOS: programmi di attività fisica a medio e lungo termine volti a migliorare non solo la fertilità ma anche le complicanze metaboliche e cardiovascolari delle giovani donne affette da PCOS.
    • Le linee di ricerca future e tuttora oggetto di studio sono: Ruolo della dieta mediterranea nella PCOS; Ruolo degli Inositoli: combinazione Myo-inositolo e chiroinositolo sul fenotipo PCOS; Ruolo dell’esercizio fisico come strumento di prevenzione della PCOS; Ruolo dell’esercizio fisico nell’obesità come prevenzione delle malattie cardiovascolari: effetti dell’attività fisica sulle adipocitochine; Ruolo dell’esercizio fisico nel diabete mellito tipo 2: motivazione del paziente e programma di adesione a lungo termine; Confronto delle diverse e nuove strategie terapeutiche nel paziente con diabete mellito tipo 2: esercizio fisico, ipoglicemizzanti orali, incretino-mimetici, insulina “long acting” e loro impatto sulle complicanze macroangiopatiche, in particolare sulla malattia cardiovascolare ed aterosclerotica; Ruolo degli inquinanti ambientali ed in particolare i “distruttori endocrini” nella genesi di patologie nel territorio campano.
BIOGRAFIA

Contatta per appuntamento

Compila tutti i campi del modulo di richiesta per essere ricontattato